fbpx

Il futuro dell’edilizia. Tra sviluppo del business, organizzazione cantieri e gestione dei talenti in azienda.

edilizia e futuro
2 Commenti

Mi interrogo spesso su quale sarà il futuro per l’edilizia e di cosa possa fare io per far si che sia florido e fruttuoso. 

Con queste parole voglio parlare a quei colleghi imprenditori che come me hanno scelto di lavorare e vivere nel grandissimo mondo dell’edilizia, delle infrastrutture e dell’impiantistica. 

Molti si accorgono di noi solo quando vedono i risultati di anni di sacrifici, di tentativi e di fallimenti. Non vedono però che in quanto imprenditori siamo chiamati ogni mattina a compiere vere e proprie imprese. 

Siamo quelli che ogni giorno sollevano le serrande circondati da negatività e pessimismo che i giornali generalisti hanno imparato a vendere.

Siamo quelli che alle lamentele preferiamo le azioni, perché sono quelle che creano il cambiamento.

E anche quando ci scappa una lamentela abbiamo imparato che anche dal fango, se ben plasmato, possiamo tirare fuori qualcosa di bello.

Crescere

Il desiderio di crescere è una condanna che noi stessi prima di tutto abbiamo scelto. 

Cosa bisogna fare per far crescere un’impresa edile?

Non basta la fortuna, l’amico alla regione o un nuovo socio per finanziare l’azienda. 

Per ottenere risultati costanti nel tempo bisogna farsi un “culo” tanto.

Ho preso ad esempio alcune delle aziende che stanno crescendo e secondo me gli ingredienti del loro successo sono:

  • LEADERSHIP  
  • CONOSCENZA
  • PERSONE
  • GESTIONE
  • PERSEVERANZA
  • MISSIONE

Se vuoi far crescere la tua azienda devi essere un leader nonostante tutto quello che ti circonda e devi coltivare la tua conoscenza per anticipare futuri boom economici, affari all’orizzonte o nuove idee.

Devi avere le giuste persone perché senza di loro non puoi andare da nessuna parte. Avendo fatto ricerca e selezione per più di 20 anni ti scrivo nel prossimo paragrafo come devono essere i tuoi collaboratori.

Gli ultimi tre ingredienti del successo, Gestione, Perseveranza e Missione, si combinano ancora di più tra di loro. Le aziende che hanno successo muovono i loro passi sulla base di una grande missione. Perché fai quello che fai? Cosa ti spinge a rischiare tutto tutte le mattine? Se hai ben chiaro questo non ti resta che essere perseverante e gestire tutta la tua organizzazione affinché tutti remino in una sola direzione.

L’importanza della missione

I fratelli Wright insieme ad un piccolo gruppo di collaboratori entusiasti e dediti, cercavano di costruire il primo mezzo che potesse essere pilotato dall’uomo. Non erano gli unici a tentare questa impresa e di sicuro non erano quelli con più soldi. 

Mentre loro costruivano, provavano e riprovavano, a qualche kilometro da loro c’era un’altra squadra di inventori che tentavano la stessa missione, ma con molti più soldi e con persone molto più esperte. 

Alla fine, anche se nessuno ci avrebbe mai scommesso, furono i fratelli Wright a far volare per la prima volta un aereo.

Cosa ha generato questo risultato? Perché persone con più chance di loro, titoli accademici e soldi hanno fallito?

Perché loro sono stati in grado di ispirare i propri collaboratori, persone disposte a fare di tutto per inseguire un sogno. 

Collaboratori come questi non erano li per lo stipendio, ma per far parte di una grande impresa.

L’importanza delle Persone

Ti ho raccontato la storia dei Fratelli Wright perché secondo me è un bellissimo esempio di come le giuste missioni, se condivise, possano essere di ispirazione per i collaboratori e portare così i risultati a casa.

Non sempre con le nostre aziende si costruisce “il primo aereo”, e non è necessario che sia così. 

GeoJOB è nata in un seminterrato. Sembra la storia di Amazon o Apple ma è successo davvero così. Io ero un pochino più grande di Jeff Bezos o Steve Jobs quando ho pensato a questa start up, e avevo già la mia bella esperienza nella gestione del personale in grandissimi cantieri edili.

Geojob Recruitment è venuta alla luce perché avevo capito che trovare le persone giuste nell’edilizia era fondamentale ma non sufficiente. La persona giusta non è solo quella che ha esperienza, ma quella che sa risolvere e gestire i problemi, sa dirigere una squadra o sa farsi guidare, non si mette nei guai e sia in grado di rappresentare l’azienda avendone capito i valori.

C’era un’altra caratteristica che effettivamente era fondamentale per il successo di un cantiere, ma che da dentro l’azienda non riuscivo a controllare o che avrei voluto gestire meglio: avevo necessità di disporre di un elenco di responsabili tecnici, operai, professionisti, minatori, perforatori su tutto il territorio nazionale. Non solo, queste persone dovevano anche essere disponibili per lavorare nei miei cantieri. 

È iniziata così la storia della nostra azienda. 

Un’agenzia per il lavoro che avesse sempre sotto controllo le eccellenze sul territorio nazionale e che sapesse quando stavano per terminare i cantieri per poter presentare loro delle nuove opportunità di lavoro. Per fare questo, abbiamo pensato di geolocalizzare i nostri talenti e siamo pronti a raccogliere ogni richiesta per soddisfare la ricerca e raggiungere l’obiettivo di trovare la persona giusta, al posto giusto e al momento giusto.

Torniamo a parlare di crescita per l’impresa e dell’importanza delle persone. Come può GeoJOB aiutare le imprese a crescere? Semplicemente dandoti la possibilità di partecipare ad appalti in tutta Italia e/o il mondo, tranquillo di poter sempre disporre dei migliori talenti già sul posto. Così potrai diminuire i costi di trasferta e non hai persone che mollano il lavoro per nostalgia della famiglia. Loro avranno il lavoro che vogliono e tu sarai sereno nella gestione dell’utile e dei flussi di cassa. 

Organizzazione dell’impresa. Elogio alla Delega 

Gestire un’impresa del settore edile è spesso sinonimo di delegare. La mattina intere squadre di operai salgono sui loro mezzi e lasciano i capannoni per recarsi in più cantieri contemporaneamente. Senza un organigramma ben collaudato è impossibile seguire tutti o accorgersi di eventuali problemi prima che diventino veri e propri danni per l’azienda. 

Ci sono due tipi di Delega. Quella operativa e quella di responsabilità.

La prima è più semplice, si riduce tutto nel far compiere delle mansioni specifiche. In quel caso basterà costruire i piani operativi di lavoro con le indicazioni di come vanno svolti i compiti e di quali sono gli obiettivi da raggiungere. 

Nel secondo caso invece, quello della delega di responsabilità, non puoi semplicemente dare il libretto delle istruzioni. In questo caso devi far capire prima di tutto quali sono gli obiettivi nel breve, medio e lungo periodo, indicare i paletti oltre i quali non ci si può spingere e costruire un sistema di controllo periodico delle attività.

Oggi GeoJOB continua a raccogliere migliaia di curriculum, selezionare e valutare centinaia di professionisti e operatori del mondo edile.

Se con tua Impresa vuoi avere la serenità di acquisire nuovi cantieri sapendo di poter su personale di fiducia allora organizziamo al più presto un colloquio conoscitivo. 

Tu ci racconterai i tuoi obiettivi per il prossimo periodo e noi ti racconteremo come potremo aiutarti. 

PS: La nostra storia però è solo all’inizio, vogliamo innovare il servizio di ricerca e selezione attraverso un sistema di machine learning che possa mettere le aziende nelle condizioni di velocizzare l’intero processo, dalla pubblicazione dell’annuncio all’individuazione del candidato ed alla sua relativa assunzione. 

Mettersi insieme è un inizio, rimanere insieme è un progresso, lavorare insieme è un successo” Henry Ford.  

Vittorio Massimo Borgo

2 Commenti
    • Luca
      Set 23, 2020 18:39 pm Reply

      Salve.
      Beh mi ritrovo qua perché ho anch’io un impresa Edile, settore specifico nelle ristrutturazioni di strutture civili principalmente.
      Ricerchiamo.o assiduamente lavoro, e su questo devo riconoscere che ne siamo abbastanza competenti, diamo fiducia, e sosteniamo il cliente sin da subito.
      Il nostro punto cruciale rientra proprio nella produzione di ciò che decidiamo di fare.
      Con allungamenti dei tempi, inevitabile insufficienza economica e dunque, clienti che si stufano dopo un po’.
      Vorrei sapere un po’ delle vostre linee guida e cosa si può fare per migliorare.
      Aspetto con ansia un riscontro.
      Saluti
      Luca

      • Vittorio Borgo
        Ott 09, 2020 16:20 pm Reply

        Buonasera Luca e grazie mille per aver fatto emergere questa tematica.
        Dopo esserci confrontati abbiamo deciso che creeremo un contenuto ad Hoc inerente la gestione delle deadline e delle tempistiche, cercando di delinearne una guida utile per i nostri lettori.
        Ti invitiamo a seguirci, sia sul nostro blog che sui social media, e farci sapere una tua opinione.
        Per qualunque esigenza, puoi sempre contattarci allo al 02/49590516.

Lascia un commento