Storie di cantiere #4

L’EROISMO DELLA QUOTIDIANITA’

UNA VITA DI LAVORO E SACRIFICIO

Quando trascorri un’intera vita lavorativa lontano da casa, il pensiero che sostiene le tue lunghe giornate è proprio quello della famiglia da cui vuoi tornare. Cominci il fatidico lunedì non vedendo l’ora che arrivi il venerdì… Se sei fortunato quello della stessa settimana, ma più frequentemente della settimana successiva.

Sì, perché nella maggior parte dei casi, fai parte dell’esercito di lavoratori che viene dal Sud e che per mantenere la famiglia ha scelto un lavoro a centinaia di chilometri lontano da casa.

Così passano le settimane e via via i mesi, poi interi anni.

Nel frattempo, i figli crescono e, come direbbe De Gregori “Le mamme imbiancano”!

È un lavoro spesso usurante, ma che, costruito mattone dopo mattone, ha fatto di te il professionista che sei e di cui tutti sono orgogliosi. Quello che si dice “eroe” del lavoro, un lavoro svolto con dedizione, pazienza, impegno e sacrificio.

Poi ti accorgi che sono passati 30 anni e stringi i denti perché in fondo ne mancano pochi all’agognata pensione. Cominci a sognare cosa farai quando sarai a casa, dedicandoti finalmente ai tuoi hobby e a quello che hai rimandato per anni. Questi i desideri.

Ma che dire di fronte ad un destino balordo che in un attimo ti porta via la vita, i sogni e i progetti? Un destino che ti strappa agli affetti più cari, lasciando un vuoto incolmabile nella tua famiglia, nei tanti compagni di lavoro con cui hai condiviso questi lunghi anni, nella comunità del tuo piccolo paese.

Questa una delle tante storie di cantiere purtroppo senza un lieto fine.

Questa la storia di Carmine Ierardi, assistente di cantiere che da Pagliarelle, in provincia di Crotone, ha lavorato soprattutto al Nord Italia e in Svizzera.

Pensare che soltanto nel maggio 2019, Carmine rispondeva con orgoglio ad un’intervista per il programma di Rai 2 “Viaggio nell’Italia del Giro” sullo scavo della Galleria del Brennero. 230Km di ferrovia che attraverserà il Brennero e che, una volta ultimata, costituirà la più lunga galleria ferroviaria del mondo. Uno dei tanti fiori all’occhiello dell’edilizia Made in Italy. Carmine vi ha lavorato, ma non la vedrà mai realizzata.

Un malore lo ha strappato alla vita.

A lui e ai tanti che con serietà e professionalità svolgono i loro lavoro, spesso lontani da casa, va la nostra riconoscenza e il nostro affetto. L’Italia è fatta proprio di tutti questi eroi del quotidiano.

Carmine Ierardi

Inviaci una e-mail a info@geojob.it e raccontaci un’esperienza o un episodio vissuto tra i cantieri. Siamo appassionati di questi racconti e pubblicheremo ben volentieri anche la tua storia.

26 Agosto 2021 Comunicazione

IL PONTE SULLO STRETTO DI MESSINA

Il Ponte sullo Stretto, 4 ipotesi! È dagli anni ’80 che numerosi governi hanno promesso di avviare i cantieri per...

21 Luglio 2021 Comunicazione

WAW- Women at work

WAW- Women at work è una rubrica che raccoglie storie e consigli di donne del settore. Abbiamo avuto il piacere...

6 Luglio 2021 Comunicazione

Storie di cantiere #4

L’EROISMO DELLA QUOTIDIANITA’ UNA VITA DI LAVORO E SACRIFICIO Quando trascorri un’intera vita lavorativa lontano da casa, il pensiero che...

30 Giugno 2021 Comunicazione

UNA DONNA IN CANTIERE

Pamela Cerminara è una delle protagoniste di WAW- WOMEN AT WORK, una rubrica dedicata alle donne che lavorano nel settore...