Donne in cantiere | WAW – Women at Work

Eccoci con la nuova puntata di “WAW – Women at work”! Oggi siamo al Waterfront di Levante a Genova, uno dei più importanti cantieri in Italia. Qui abbiamo avuto il piacere di incontrare due professioniste inserite al Waterfront con il contributo di geoJOB: Martina Sabattini ed Elisabetta Conidi.

Scopri l’intera intervista con Elisabetta nel nostro video!

Giulia: Buongiorno a tutti! Siamo al Waterfront di Genova con Elisabetta Conidi che ci tengo a tanto a presentarvi e a raccontare la sua storia. Elisabetta, grazie! E ti chiedo di raccontarci un po’ della tua carriera professionale.

Elisabetta: Ho iniziato la mia carriera ormai quasi vent’anni fa. Ho iniziato lavorando in uno studio di progettazione. Ho preso il diploma e ho iniziato subito. Sono passata poi negli anni successivi, attraverso diverse esperienze e diversi studi, ad arrivare in cantiere. E oggi eccomi qui in cantiere.

Giulia: Che ruoli hai ricoperto nel tempo?

Elisabetta: Inizialmente, nello studio di progettazione mi occupavo di pratiche comunali, quindi non subito progettazione vera e propria ma facevo i disegni con il supporto dell’architetto. E da li, siccome la progettazione era un ambito che mi piaceva, ho iniziato a studiare le normative che riguardavano i vigili del fuoco, e quindi in quel caso progettavo. Non avevo io direttamente la firma, lavoravo sotto la supervisione di un architetto però ero autonoma in questo: preparavo e presentavo le pratiche, le vedevo direttamente io con i clienti e poi seguivo tutto l’iter di approvazione e supervisione. Insomma, era un lavoro molto da ufficio. Dopodiché cambiando diverse realtà lavorative con altri gruppi sono arrivata in cantiere in realtà, non proprio per caso, nel senso che avevo fatto un colloquio di lavoro perché serviva un tecnico da ufficio ma, una volta arrivati li, ci siamo accorti che mancava una figura da cantiere… Non dico che mi sono fatta volontaria ma quasi😊 … per andare poi sul campo. E mi è piaciuto: è stata una bella esperienza!

Giulia: Considerando che donne che lavorano nel settore dell’Edilizia trovano più facilmente impiego all’interno degli studi di progettazione o all’interno delle imprese con però un ruolo da ufficio. Tu hai iniziato in uno studio di progettazione per il volere tuo o ti sei adottata a quelle che erano le condizioni del mercato? Quale è stata la motivazione?

Elisabetta: Diciamo che la scuola mi ha formato per un lavoro più da ufficio, per cui appena finiti gli studi mi sentivo più idonea per quel tipo di lavoro.

Giulia: Quindi, secondo te, è stata una buona idea iniziare in uno studio di progettazione e poi passare in cantiere in modo da vedere il lavoro da entrambi i lati?

Elisabetta: Si, è stato interessante e molto utile ma mi è utile ancora oggi perché quando mi arriva un disegno o c’è qualche modifica da fare so se si può fare o meno, a quale normativa devo fare riferimento e a quale professionista mi devo rivolgere.

La storia di Elisabetta Conidi

Giulia: Ma invece ti ricordi quale è stata la tua prima esperienza in cantiere?

Elisabetta: Me la ricordo bene! 😊 …non avevo un tecnico di riferimento che mi potesse seguire. Avevo semplicemente un artigiano che ha dato molti consigli. Lui aveva capito che io non avevo molta esperienza però mi è stato molto di supporto. Questo me lo ricordo sempre con tenerezza.

Giulia: Elisabetta, quale è stata la tua esperienza più bella in cantiere, sia a livello professionale sia a livello personale?

Elisabetta: Questo lavoro mi piace molto e quindi, ogni volta che inizio una nuova avventura, un nuovo cantiere, ho sempre l’entusiasmo “a mille”. Vedere come le cose cambiano e si trasformano, partendo da zero e vedere la costruzione finita mi entusiasma sempre. Pensandoci…per esempio, mi sono emozionata molto per il primo tetto costruito; e poi di recente ho seguito i lavori di un albergo di cinque stelle e quando ho visto le camere finite, il prima e il dopo, mi sono emozionata. Evidenziare un determinato lavoro o cantiere mi viene difficile, ecco!

Giulia: Hai riscontrato qualche difficoltà nell’inserirti in questo settore? Se sì, quali?

Elisabetta: Tendenzialmente ci sono delle difficoltà che riguardano un po’ il fatto che sono una donna. Quando una donna arriva in cantiere spesso si pensa che non abbia delle competenze. Nessuno è mai stato scortese con me, quello no, però molte volte sono stata sottovalutata. In molti pensano che sia più giovane e che non abbia esperienza. Ci metto un po’ di tempo ma poi arrivo sempre ad instaurare rapporti paritari.

Giulia: E che cosa ti ha spronato a superare queste difficoltà?

Elisabetta: Sono una persona a cui piacciono le sfide ma già da bambina quando mi veniva detto “questa cosa non la puoi fare”, rispondevo sempre che potevo farcela! Le difficoltà ci sono state, per esempio, anche in questi ultimi 3-4 anni lavoro molto in trasferta e non nascondo che ci sono delle difficoltà, ma non mollo! Questo è un lavoro che mi piace e che richiede di sicuro dei sacrifici ma se una cosa ci piace dobbiamo farla!

Giulia: In tutti gli ambienti lavorativi si cerca di lottare contro la discriminazione verso le donne, nel settore dell’Edilizia forse siamo un po’ più indietro. Secondo te, cosa si potrebbe fare per migliorare questa situazione?

Elisabetta: Fondamentale è assumere le donne e mandarle in cantiere. Nelle imprese edili lavorano molte donne ma, non so se per scelta propria o per altro, spesso non vengono mandate in cantiere. Spesso si pensa che le donne non abbiano la determinazione per poter seguire gli operai. Questo non è vero. Un’altra cosa, un’osservazione più da donna forse, ho sempre avuto abbigliamento maschile e questo è un po’ discriminante, si dovrebbe studiare un abbigliamento che potesse andare bene anche per le donne in cantiere. 😊

Giulia: Ti ringrazio, Elisabetta, per la tua disponibilità e spero che questo video possa essere utile per tutti: donne, uomini, giovani…grazie ancora!

Elisabetta: Grazie a voi!

geoJOB è la prima e unica Agenzia per il Lavoro specializzata nel settore delle Costruzioni. Valorizziamo le persone e creiamo opportunità! Iscriviti al nostro portale e i nostri Recruiter Specialist ti contatteranno per le offerte di lavoro più in linea con il TUO profilo professionale. Ecco il link: https://apply.geojob.it/

4 Gennaio 2024 ANCE

🏗️ Riflessioni sull’Edilizia in Italia: Sfide e Opportunità.

Siamo all’inizio del 2024 e vorrei condividere alcune riflessioni sull'attuale stato dell'edilizia in Italia, un settore che continua ad essere...

14 Maggio 2024 Comunicazione

Un Passo Avanti Verso l’Edilizia del Domani: Il Cambiamento Inizia Ora

L'evoluzione dell'edilizia italiana si veste di tecnologia e sostenibilità, spinta da nuove strategie mirate a modernizzare gli edifici esistenti e...

3 Maggio 2024 Comunicazione

Affrontare la Crisi di Manodopera Qualificata: Una Strategia per il Futuro

Il Dilemma Attuale del Mercato del Lavoro Da anni, il mercato del lavoro si confronta con la difficoltà crescente di...

23 Aprile 2024 Comunicazione

La Rivoluzione della Sicurezza nei Cantieri: A che punto siamo con l’Introduzione della Patente a...

Presentato il 27 Febbraio dal Consiglio dei Ministri la  patente a punti per i cantieri dovrebbe essere un sistema pensato...

17 Aprile 2024 Comunicazione

L’Impatto del Superbonus e la Trasformazione Continua per il PNRR con geoJOB Recruitment

L'edilizia in Italia ha attraversato una fase di rinascita straordinaria grazie agli incentivi come il Superbonus 110%, che hanno stimolato...